Studio di psicologia e psicoterapia a Reggio Emilia

La valutazione neuropsicologica delle principali funzioni cognitive consiste nella somministrazione di test psicometrici tarati in relazione a età, scolarità e sesso e, standardizzati in base alle linee guida nazionali e internazionali. Trattasi di test “carta e matita” volti a verificare le condizioni di funzioni quali memoria attenzione e linguaggio ma anche eventuali variazioni nel comportamento e nell’ umore

A chi si rivolge

  • Ai casi di sospetto decadimento cognitivo (episodi di perdita di memoria)
  • Ai casi di decadimento cognitivo accertato mediante esami clinici, visite specialistiche
  • A coloro che in seguito ad un evento stressante o a un cambiamento nella propria routine quotidiana, avvertono un calo nelle proprie capacità cognitive (difficoltà di attenzione, di concentrazione ecc…)

Metodologia

  • colloquio durante il quale si raccolgono tutte le informazioni riguardo la vita del paziente, esami clinici, eventuali ricoveri, farmaci che assume. Nei casi in cui il paziente non sia in grado di fornire le informazioni necessarie verranno chieste al familiare di riferimento.
  • somministrazione di test cognitivi volti a valutare il funzionamento mentale dal punto di vista qualitativo e quantitativo
  • restituzione dell’esito della valutazione
  • I punteggi ottenuti ai test rivelano le condizioni delle funzioni mentali in relazione ad età, sesso e scolarità del paziente. Sulla base di questi risultati si possono individuare le funzioni cognitive integre e quelle compromesse da deterioramento mentale e scegliere l’intervento terapeutico adeguato
  • La durata dell’incontro è in relazione al numero di test somministrati, la restituzione verrà effettuata in un incontro successivo

Stimolazione cognitiva

Una volta individuate le funzioni cognitive deficitarie attraverso la somministrazione di test, è possibile preparare un intervento individualizzato diretto a stimolare le capacità residue allo scopo di mantenerle vive e attive così da favorire una maggiore autonomia nel quotidiano e una migliore qualità di vita

A chi è rivolto

  • gli interventi sono diretti principalmente a chi presenta un lieve o medio decadimento cognitivo ma sono anche un importante strumento di prevenzione. In quest’ultimo caso possono essere utili esercizi che mirano a favorire l’ acquisizione di nuove strategie di memorizzazione e di recupero delle informazioni.
    Non bisogna dimenticare che allenare la mente è un valido aiuto per  prevenire il decadimento cognitivo

Modalità

  • lo psicologo propone esercizi specifici che il paziente dovrà svolgere al momento, guidandolo verso la soluzione se necessario ma, sempre favorendo l’uso della capacità che si intende stimolare
    discussione sulle modalità di esecuzione, sulle strategie proposte lasciando ampio spazio alla riflessione e al pensiero del paziente

Durata

  • Ogni seduta ha la durata di circa un’ora ma affinchè l’intervento sia efficace è necessario un allenamento continuativo e costante per tanto viene solitamente proposto un ciclo di sessioni la cui durata varia in relazione alle condizioni cognitive del paziente e comunque sempre in accordo con esso.