Studio di psicologia e psicoterapia a Reggio Emilia

Intervento di mediazione familiare


 

- Iscrizione AIMEF : associazione mediatori familiari n°1700

Riceve in Via Emilia Ospizio 34.
Per appuntamento: cell. 3484661545

 

Attività di consulenza psicologica per la famiglia separata o in via di separazione


L’obiettivo è quello di supportare i membri familiari quando la coppia si divide. Propone ai genitori in separazione di incontrarsi, affiancati dalla mediatrice ed eventualmente da un avvocato per :

  • governare il conflitto e comunicare efficacemente con i propri figli

  • cercare insieme delle soluzioni che nel presente e nel futuro siano soddisfacenti per sé e per i figli

  • stabilire intese e accordi, duraturi e sostenibili, che consentano ai piccoli e ai ragazzi di crescere sereni e hai grandi di svolgere responsabilmente il comune compito di genitori

A chi si rivolge il servizio:

  • Alle famiglie e ai singoli che si trovano ad affrontare difficoltà genitoriali (educazione e comportamento dei figli) in sede di separazione.

  • A singoli, coppie e nuclei familiari che si trovano in particolari momenti critici dovuti agli inevitabili cambiamenti che la separazione richiede o semplicemente che necessitano di imparare nuove modalità interattive con l’altro.

  • A chi abbia il desiderio di mantenere un ruolo genitoriale, ridefinire esigenze e aspettative dopo una separazione.

  • A tutti i partner che vogliano trasformare i conflitti di coppia in discussioni costruttive per il bene dei figli.

Metodologia:

  • Colloquio con i membri familiari coinvolti

  • Individuazioni di obiettivi da raggiungere

  • Lavoro sinergico tra cliente, coppia o famiglia per facilitare una evoluzione positiva della situazione che è stata segnalata.

  • Presa in visione della situazione della famiglia separata, aiuto e sostegno nel prendere decisioni, individuare soluzioni possibili e mettere in atto cambiamenti.

La durata di un intervento può variare a seconda del problema da affrontare e viene definita in accordo con le persone coinvolte; si tratta in ogni caso di un percorso solitamente breve (massimo 10/12) incontri. I colloqui sono rivolti ai soli genitori; i bambini o gli adolescenti non vengono resi complici, coinvolgerli nelle decisioni significherebbe dare loro delle responsabilità che spettano agli adulti. Il percorso di mediazione è riservato, protetto dal segreto professionale e del tutto autonomo dall’iter legale della separazione. L’eventuale integrazione e la verifica giuridica degli accordi raggiunti in mediazione è competenza dei legali di fiducia.